20.000 SPETTATORI A IMOLA PER APPLAUDIRE I CAMPIONI DI MOTORLEGENDFESTIVAL

Imola, 22 aprile 2018

Conclusione emozionante per la prima edizione di MotorLegendFestival. Ben 20.000 spettatori hanno seguito questo evento al cui interno si è potuto vivere il fascino del motorsport a 360°.

Un autentico happening in cui da venerdì 20 a domenica 22 le ore delle giornate sono state scandite dalla musica dei motori , dagli incontri con i protagonisti internazionali di quattro e due ruote, dalle esposizioni anche statiche di vetture importanti.

La giornata finale, come era prevedibile, ha visto Jacky Ickx, Mauro Forghieri, Paolo Barilla, Riccardo Patrese e Emanuele Pirro protagonisti indiscussi. Tutti hanno ritrovato le vetture con le quali ottennero importanti.

Il campione belga a distanza di quarantotto anni è tornato a guidare la Ferrari 312B con cui arrivò secondo nel mondiale di Formula 1 del 1970. La monoposto, di proprietà di Paolo Barilla, è stata restaurata negli anni passati e  rappresenta un pezzo unico perfettamente funzionante. Sulla monoposto è salito anche il pilota parmense che non si è fatto pregare nel premere a fondo il pedale dell’acceleratore. Ma quando Ickx ha innestato la prima e fatto urlare il dodici cilindri boxer della 312B l’emozione sulle tribune è stata grande.

Patrese invece ha guidato sia la Lancia LC1 con cui sfiorò il titolo iridato sport nel 1982 sia la Brabham BT49-Cosworth che portò alla vittoria nel Gran Premio di Montecarlo dello stesso anno. Il padovano è rimasto stupito dalla perfezione della monoposto che poi avrebbe disputato la seconda corsa del GP di San Marino storico pilotata dal legittimo proprietario Joachim Folch-Rusinol.

In pista anche la Ferrari di F.1, campione del mondo con Phil Hill nel 1961, le Alfa Romeo della scuderia del Portello e tutte le vetture del Martini Racing.

Non sono mancate le esibizioni dei motociclisti: Giacomo Agostini, Phil Read, Freddie Spencer, Johnny Cecotto e Carlos Lavado in sella a MV Agusta, Yamaha e Honda hanno capitanato un gruppo di centauri che a Imola hanno portato moto preziose. Tra di loro ha voluto provare l’ebbrezza Emanuele Pirro, salito sulla Honda 250 appartenuta a Freddie Spencer.

A completare il programma Ferrari Corse Clienti ha portato le proprie monoposto di Formula 1 e quelle dei XX Programmes, mentre lunghe code si sono formate di fronte allo stand di Pirelli per la sessione autografi alla quale hanno preso parte tutti i piloti presenti.

Sala piena in ogni ordine di posti poi per l’appuntamento con Jacky Ickx, Paolo Barilla e Mauro Forghieri che hanno parlato del loro rapporto di collaborazione in Ferrari, commentando la storia della 312B e delle annate vissute dal belga a Maranello.

Nel corso della giornata si sono svolte le ultime gare del FIA Masters Championship. Il Gran Premio San Marino di F.1, Trofeo Elio De Angelis, ha visto Martin O’Connell effettuare una rimonta importante dalla 23sima posizione: il britannico, autore della pole position e ritiratosi in gara 1 di sabato, ha dominato davanti alla Lotus di Brooks e alla Williams di D’Asembourg.  Sesto Manfredo Rossi di Montelera sulla Lotus 80.

Il Trofeo Lodovico Scarfiotti è andato al britannico Gareth Evans davanti a Engen, Dreelan mentre Kapadia, che aveva tagliato per primo il traguardo, è stato penalizzato di 44”  per pit stop irregolare.

 

 

SITO WEB:

https://www.motorlegendfestival.com


FACEBOOK:

https://www.facebook.com/MotorLegendFestival/


TWITTER:

https://www.twitter.com/MotorLegendFest


INSTAGRAM:

 https://www.instagram.com/MotorLegendFestival

 

 

UFFICIO STAMPA

Guido Schittone – Capo ufficio Stampa

Sandra Strazzari – Ufficio stampa e accrediti

 

Contatti: press@motorlegendfestival.com – cell. 3389607060

 

Photo Credits: ActualFoto & Luca Rontini

Condividi

LO SPETTACOLO DELLA PASSIONE È GIÀ UN SUCCESSO

Imola, 21 aprile 2018

Invasione di pubblico al MotorLegendFestival: dalla mattinata fino al tardo pomeriggio l’autodromo di Imola ha respirato l’atmosfera dei grandi appuntamenti. Tra corse dei FIA Masters Historic Championship, esibizioni, conferenze e incontri con il pubblico, la prima edizione dell’evento sta riscuotendo molto successo.

Per la prima volta gli appassionati italiani hanno potuto toccare con mano le vetture e le moto che hanno fatto la storia del motorsport.

L’esposizione statica, una lunga scia che dal paddock della Rivazza porta senza soluzione di continuità a quello centrale dietro i box, ha fatto sognare e ricordare i tempi in cui il motorismo poteva ancora ammantarsi di mito.

Gli incontri con i protagonisti, poi, hanno confermato l’interesse che c’è attorno al passato prossimo delle corse. Con il ricordo di Elio De Angelis, al quale hanno preso parte sia Riccardo Patrese sia René Arnoux, si sono scoperti aspetti sconosciuti del grande pilota romano, vincitore del Gran Premio San Marino nel 1985. Subito dopo Giacomo Agostini e Mario Donnini hanno parlato dell’esperienza dell’asso bergamasco nel motomondiale e al Tourist Trophy, mentre nel pomeriggio Riccardo Patrese, Erik Comas, Emanuele Pirro, René Arnoux, Pierluigi Martini e Arturo Merzario, hanno ricordato episodi divertenti della carriera di Ayrton Senna. Presentato anche il libro Formula 1 dal 1950 a oggi di Mario Donnini.

In pista lo spettacolo non è stato da meno: la prima corsa del Gran Premio San Marino di Formula 1, la seconda si disputerà domenica alle ore 14,45 è stata vinta dalla Williams dell’irlandese Mike Cantillon davanti a quella del francese D’Asembourg e alla Lotus di Thornton, dopo un iniziale predominio del poleman O’Connell costretto al ritiro con la sua ATS.

La Martini Racing ha fatto sfilare i propri gioielli con Patrese al volante della Lancia LC1 e Pirro della Beta Montecarlo Turbo Gr.5, così come c’è stata la seconda parata dei grandi motociclisti con Giacomo Agostini, Johnny Cecotto, Phil Read, Freddi Spencer e Carlos Lavado, che anche domenica proseguiranno la loro esibizione.

Domani ultima giornata e gran finale con un piatto ancora più ricco: oltre a gara 2 del GP di San Marino di Formula 1, Jacky Icks salirà sulla Ferrari 312B con cui arrivò secondo nel mondiale del 1970 mentre Riccardo Patrese piloterà la Brabham BT49-Cosworth con cui vinse il rocambolesco GP di Montecarlo nel 1982. Il tutto sarà preceduto da una conferenza in cui Jacky Ickx, Mauro Forghieri e Paolo Barilla parleranno in mattinata alle 11 della 312B, la prima Ferrari di F.1 a motore dodici cilindri boxer recentemente restaurata dal suo progettista e dal pilota parmigiano.

Sempre in pista continueranno sia le corse sia le varie esibizioni di Martini Racing, Alfa Romeo Autodelta, Tecno, Dallara e Pagani sia quelle di Ferrari Corse Clienti, con le F1 di Maranello reginette assolute della pista intitolata a Enzo e Dino Ferrari.

 

SITO WEB

https://www.motorlegendfestival.com


FACEBOOK

https://www.facebook.com/MotorLegendFestival/


TWITTER

https://www.twitter.com/MotorLegendFest


INSTAGRAM

https://www.instagram.com/MotorLegendFestival

 

 

UFFICIO STAMPA

Guido Schittone – Capo ufficio Stampa

Sandra Strazzari – Ufficio stampa e accrediti

Contatti: press@motorlegendfestival.com – cell. 3389607060

 

Photo Credits: ActualFoto©

Condividi

ANCHE JEAN TODT SI COMPLIMENTA CON MOTORLEGENDFESTIVAL

Imola, 20 aprile 2018

Grandi personaggi, tanto pubblico nel paddock, il messaggio di benvenuto nel mondo del motorsport da parte del presidente FIA Jean Todt – visibile in calce –  e soprattutto centinaia e centinaia di vetture da togliere il fiato: la prima giornata di MotorLegendFestival ha confermato l’unicità di questa manifestazione. Un autentico tripudio per chi non ha dimenticato i campioni e i gioielli che hanno fatto la storia del motorismo dagli Anni ’60 a oggi.

La giornata è iniziata con l’esibizione delle Ferrari facenti parte dei programmi F1 Clienti e di XX Programmes ed è proseguita con la prima sfilata dei campioni di motociclismo, guidati da Giacomo Agostini in sella alla MV Agusta.

È stata poi la volta delle prove di qualificazione che hanno stabilito la griglia di partenza per il 1 Gran Premio di San Marino, valido per il FIA Master F.1 Championship, con tante monoposto, ben 24, che con la musica dei motori Cosworth DFV hanno fatto rivivere agli spettatori i suoni che si ascoltavano a Imola negli Anni’80.

La pole position è andata al britannico Martin O’Connell al volante di una ATS D4 che in passato fu grande protagonista del Gran Premio Usa di Long Beach del 1980 con l’olandese Jan Lammers alla guida. Dietro la vettura tedesca le Williams FW07 e 07C di Cantillon e D’Asembourg. Primo dei piloti italiani Rossi di Montelera con la Lotus 80. Gara 1 del Gran Premio partirà sabato alle 14.

Un’ora più tardi, alle 15, ci sarà il tributo riservato a Ayrton Senna a 30 anni dal suo primo titolo iridato a cui presenzieranno Riccardo Patrese, Erik Comas, René Arnoux e tanti altri ospiti.  Sempre domani nel pomeriggio si svolgeranno le gare valide per il Masters Endurance Legend, dove sono presenti molti piloti professionisti: pole position per la Oreca di Alex Kapadia davanti alla vettura gemella dello svizzero Michel Frey. Terzo Steve Tandy mentre tra le GT di questa serie ottimo è stato il tempo di Oshimura e Antonio Fuoco. Il pilota italiano di GP2 infatti ha portato la Ferrari 458 GTE in ottava posizione assoluta, in mezzo a tante sport prototipo tra cui Peugeot 908 e Audi R8. Sempre domani inizieranno le varie esibizioni che riguarderanno le vetture del Martini Racing, quelle dell’Autodelta e della Tecno. Sui bolidi saliranno Patrese, Merzario, Pirro e tanti altri.

Sarà l’antipasto ideale per il gran finale di domenica dove sono attesi Jacky Ickx, Mauro Forghieri, Paolo Barilla e la Ferrari 312B.

 

Per maggiori informazioni si rimanda al sito web della manifestazione

SITO WEBhttps://www.motorlegendfestival.com
FACEBOOKhttps://www.facebook.com/MotorLegendFestival/
TWITTERhttps://www.twitter.com/MotorLegendFest
INSTAGRAMhttps://www.instagram.com/MotorLegendFestival

 

UFFICIO STAMPA

Guido Schittone – Capo ufficio Stampa

Sandra Strazzari – Ufficio stampa e accrediti

Contatti: press@motorlegendfestival.com – cell. 3389607060

 

Photo Credits: ActualFoto©

Il saluto del Presidente Fia Jean Todt

Condividi

SI PARTE CON PATRESE, FERRARI E LE PROVE DEL GRAN PREMIO SAN MARINO DI F.1

Imola, 19 aprile 2018

MotorLegendFestival 2018 apre i battenti: dalle 8,30 di stamane e fino alle 20 l’autodromo di Imola ospiterà i primi eventi di questa manifestazione internazionale unica nel suo genere.

Un autentico festival del motorsport che già dalle prime ore della mattinata vedrà sfrecciare sul tracciato emiliano molti dei protagonisti del week end.

Si inizierà con Riccardo Patrese e tanti campioni al volante delle vetture del Martini Racing nella parata dedicata al 50simo anniversario di questo marchio; a seguire ci saranno le sfilate delle rarissime Alfa Romeo da competizione uscite dal reparto corse della Casa del Biscione, l’Autodelta. Tra queste è previsto anche un esemplare unico: l’Alfa Romeo 33/2 Daytona che fa parte della collezione di FCA Heritage.

Sia in mattinata sia nel pomeriggio a tenere banco sarà Ferrari Corse Clienti, giunta in massa a Imola con le proprie F1 Clienti e gli XX Programmes. I piloti delle vetture di Maranello gireranno dando spettacolo sotto l’occhio vigile dei piloti ufficiali Marc Gené e Olivier Beretta.

Nel corso della giornata, MotorLegendFestival sarà ravvivato anche dalle prime prove libere e qualifiche del prestigioso FIA Master Historic F.1 San Marino Grand Prix, la prima prova del campionato internazionale riservato alle F.1 costruite dal 1966 al 1985. Sono ventinove le monoposto iscritte all’evento. In pista anche tutte le altre categorie dei FIA Masters, dalle Sport Prototipo alle turismo e Gran Turismo realizzate dagli Anni’60 ai giorni nostri.

 

Non mancherà nemmeno il pilota francese Erik Comas al Tributo a Ayrton Senna che verrà organizzato nell’ambito di MotorLegendFestival alle 15 di sabato 21 aprile. Assieme a lui ci saranno Riccardo Patrese e tanti altri protagonisti della Formula 1 di quell’epoca.

La presenza del pilota francese è importante perché è un omaggio all’asso brasiliano che fu il primo ad accorrere in suo aiuto quando la Ligier di Comas andò a sbattere violentemente contro le barriere a Blanchimont in occasione delle prove libere del Gran Premio del Belgio 1992.

Da allora tra i due si cementò una fortissima amicizia. Per una tragica ironia della sorte al Gran Premio di San Marino del 1994, Comas fu l’unico pilota a giungere sul luogo dell’incidente di Senna, quando senza essere avvertito, uscì dai box con la propria Larrousse trovandosi di fronte alla scena

 

Erik Comas è stato uno dei migliori piloti della sua generazione. Campione di Formula 3 francese nel 1988 con la Dallara dell’equipe Oreca, nel 1990 ha vinto il campionato intercontinentale di Formula 3000 al volante di una Lola–Mugen. Passato in Formula 1 ha disputato 59 Gran Premi con Ligier e Larrousse prima di ritirarsi proprio nella stagione 1994.

Comas ha proseguito la propria carriera in Giappone, diventando pilota ufficiale della Nissan, con cui ha trionfato in due campionati di seguito nella prestigiosa serie GT nel 1998 e 1999.

Sposato con un’italiana, Comas negli ultimi anni è tornato a un’antica passione: i rallies. Ha esaltato il mito della Lancia Stratos vincendo il campionato italiano rally storici nel 2015 e il RallyLegend nello stesso anno e trionfando alla 100sima edizione della Targa Florio nel 2016. Nel 2017 si è laureato campione europeo rally storici.

 

 

Per maggiori informazioni si rimanda al sito web della manifestazione

SITO WEBhttps://www.motorlegendfestival.com
FACEBOOKhttps://www.facebook.com/MotorLegendFestival/
TWITTERhttps://www.twitter.com/MotorLegendFest
INSTAGRAMhttps://www.instagram.com/MotorLegendFestival

 

UFFICIO STAMPA

Guido Schittone – Capo ufficio Stampa

Sandra Strazzari – Ufficio stampa e accrediti

Contatti: press@motorlegendfestival.com – cell. 3389607060

 

 

Photo Credit: ActualFoto ©

Condividi

DALLARA E PAGANI AL MOTORLEGENDFESTIVAL

Imola, 18 aprile 2018

A MotorLegendFestival 2018 arrivano altre due eccellenze italiane: Dallara e Pagani vanno ad aggiungersi alla Ferrari, presente con Ferrari Corse Clienti, F.1 Clienti e XX Programmi, e Ducati nel completare il ricco parco di costruttori della MotorValley che dal 20 al 22 aprile parteciperanno a questa grande festa del motorsport.

Gian Paolo Dallara è il maggior costruttore di auto da competizione al mondo: dalla factory di Varano de Melegari escono tutte le F.Indy, le GP3, le GP2, i telai della Haas F.1, le vetture BR del WEC, le Cadillac dell’Imsa, i telai della F.E oltre alle monoposto della Superformula giapponese e alle varie Dallara di F.3 che monopolizzano le corse di questa categoria. Dell’ingegner Dallara e del suo numeroso staff sono anche molte vetture che prenderanno parte al MotorLegendFestival, sia nelle esibizioni, nelle competizioni o che verranno esposte. Tra queste, tutte le Lancia, dalla Beta Montecarlo Turbo alla LC1 e LC2, che presero parte al mondiale marche negli Anni’80 e che saranno esposte in occasione del 50simo anniversario del Martini Racing.

Recentemente Dallara ha prodotto la prima vettura GT ad alte prestazione che porta il proprio nome: la Stradale è stata presentata nel mese di novembre  e rappresenta un perfetto connubio tra alta tecnologia e fruibilità. Sarà esposta al MotorLegendFestival.

Pagani è un altro miracolo italiano. Fondata dall’argentino Horacio Pagani, l’uomo che aveva disegnato parecchie Lamborghini, in pochi anni è diventata un simbolo per chi sogna le supercar.

Ogni Pagani è realizzata a mano e curata maniacalmente nei minimi particolari alle porte di Modena, in una splendida location dove si respirano cultura, il gusto dell’arte e dell’alta tecnologia. A MotorLegendFestival Pagani porterà le sue magnifiche realizzazioni, tra le quali emerge l’ultima nata: la Huayra, erede della Zonda, che nel 2017 è stata costruita anche in versione  roadster. Al recente salone di Ginevra, la Casa di San Cesario sul Panaro ha poi stupito, presentando la supercar tra le supercar: la Zonda HD, un pezzo unico dal costo di circa 20 milioni di euro ispirata al modello che ha rivelato Pagani al mondo.

 

Per maggiori informazioni si rimanda al sito web della manifestazione

SITO WEBhttps://www.motorlegendfestival.com
FACEBOOKhttps://www.facebook.com/MotorLegendFestival/
TWITTERhttps://www.twitter.com/MotorLegendFest
INSTAGRAMhttps://www.instagram.com/MotorLegendFestival

 

UFFICIO STAMPA

Guido Schittone – Capo ufficio Stampa

Sandra Strazzari – Ufficio stampa e accrediti

Contatti: press@motorlegendfestival.com – cell. 3389607060

 

Photo: ActualFoto ©

Condividi

ANCHE CECOTTO E LAVADO AL BIKE LEGENDS DEL MOTORLEGENDFESTIVAL

16 aprile 2018

MotorLegendFestival 2018 si arricchisce giorno dopo giorno di nuovi protagonisti. Tra le Bike Legends che percorreranno da venerdì 20 a domenica 22 aprile numerosi giri all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola ci saranno anche Johnny Cecotto e Carlos Lavado. I due venezuelani andranno ad aggiungersi a Giacomo Agostini, Phil Read, Freddie Spencer e alle tante stelle delle due ruote presenti alla prima edizione del festival del motorsport.

Johnny Cecotto ha vinto due campionati del mondo su due ruote nella classe 350 nel 1975 e nella 750 nel 1978 oltre ad avere compiuto alcune imprese rimaste nella storia del motociclismo. Il venezuelano è passato poi alle quattro ruote dove ha dimostrato di possedere le stesse qualità che lo avevano imposto nel mondo del motociclismo. Cecotto è stato probabilmente l’ultimo grande pilota trasversale, riuscendo a laurearsi vicecampione europeo di Formula 2 al volante di una March-BMW nel 1982 e di essere un ottimo protagonista del mondiale di Formula 1 del 1983 con la Theodore-Cosworth e nel 1984 con la Toleman-Hart, vettura con la quale ebbe un grave incidente nelle prove del Gran Premio di Gran Bretagna a Brands Hatch che mise fine alla sua carriera con le monoposto. Ben presto, però, Cecotto diventò uno dei punti fermi e un pilastro dello squadrone BMW nel DTM e nei vari campionati turismo internazionale. Johnny è sinonimo di M3, vettura BMW di cui è stato uno dei massimi interpreti.

Carlos Lavado è stato il secondo pilota venezuelano a laurearsi campione del mondo motociclistico. Alfiere, come Cecotto, della Yamaha ha vinto il titolo iridato nel 1983 e il secondo nel 1986 nella classe 250. I due cavalcheranno al Bike Legends rispettivamente la Yamaha 350 del1977 e la Yamaha 250 del 1983.

 

Per maggiori informazioni si rimanda al sito web della manifestazione

SITO WEBhttps://www.motorlegendfestival.com
FACEBOOKhttps://www.facebook.com/MotorLegendFestival/
TWITTERhttps://www.twitter.com/MotorLegendFest
INSTAGRAMhttps://www.instagram.com/MotorLegendFestival

 

UFFICIO STAMPA

Guido Schittone – Capo ufficio Stampa

Sandra Strazzari – Ufficio stampa e accrediti

Contatti: press@motorlegendfestival.com – cell. 3389607060

Condividi

AL MOTORLEGENDFESTIVAL GLI EROI DELLA 24 ORE DI LE MANS

15 aprile 2018

Il MotorLegendFestival celebra gli eroi della 24 Ore di Le Mans. È confermata infatti la presenza alla manifestazione che inizierà venerdi 20 aprile per concludersi domenica 22 di due tra i più importanti piloti degli ultimi vent’anni: Emanuele Pirro e Rinaldo Capello. Il romano e il piemontese sono legati dalla comune esperienza come piloti ufficiali dell’Audi, Casa con cui hanno conquistato titoli e soprattutto vittorie nella corsa di durata più importante al mondo.

Emanuele Pirro ha trionfato nelle edizioni del 2000, 2001, 2002,2006, 2007 sia con l’Audi R8, sia con la R10TDI, prima vettura diesel a vincere la classica francese.

Rinaldo Capello, invece, ha conquistato la vittoria a Le Mans per la prima volta nel 2003 al volante della Bentley Speed 8 e successivamente nel 2004 e nel 2008 con l’Audi.

Entrambi piloti di valore assoluto vanno ad aggiungersi ad altri tre vincitori della 24 Ore già confermati da tempo a MotorLegendFestival: Jacky Ickx, il cui nome nell’albo d’oro della classica francese compare ben 6 volte,  sia il francese Jean Pierre Jaussaudche fece sua la corsa nell’edizione del 1978 al volante della Renault Alpine A442B vincendo con la Rondeau M379-Cosworth nel 1980 e Paolo Barilla che riportò i colori italiani sul podio più alto nel 1985 al volante della Porsche 956 del team Joest a distanza di 21 dall’ultima vittoria tricolore ad opera di Nino Vaccarella.

Nel corso delle tre giornate di MotorLegendFestival i cinque saranno a disposizione del pubblico. Emanuele Pirro parteciperà ai Legendary Moments, sfilando con una Lancia Beta Montecarlo Turbo Gruppo 5  del Martini Racing di cui fu uno dei maggiori interpreti quando, giovanissimo, venne inserito nel programma della Casa torinese, correndo tra l’altro alla 24 Ore di Le Mans. Il romano, che in carriera è stato anche ottimo pilota di Formula 1, collaudatore della McLaren-Honda e campione Superturismo, osserverà con grande interesse le evoluzioni dell’Audi R8 iscritta nel Master Historic Endurance.

Dindo Capello, invece, sarà a contatto con il pubblico per spiegare i segreti dell’Audi R18, protagonista del WEC nelle sue varie versioni dal 2010 fino al 2016, anno in cui la Casa di Ingolstadt annunciò il  ritiro dalle competizioni della serie iridata.

Jean Pierre Jaussaud, uno dei migliori piloti francesi di monoposto degli Anni’60 e ‘70, sarà una delle stelle del Tecno Day. Il pilota francese infatti è stato uno dei massimi interpreti delle monoposto bolognesi, vincendo il prestigioso Gran Premio di Montecarlo di Formula 3 nel 1968 e laureandosi campione transalpino della categoria nel 1970, quando ottenne sette vittorie in una stagione.

Quanto a Jacky Ickx è confermata la sua esibizione al volante della Ferrari 312B che dividerà con Paolo Barilla. Ickx sarà poi protagonista domenica 22 di un dibattito-incontro con l’ingegner Mauro Forghieri, progettista di quella monoposto e direttore tecnico della Ferrari, in occasione della presentazione del volume “ La Ferrari secondo Forghieri dal 1947 a oggi”.

 

Per maggiori informazioni si rimanda al sito web della manifestazione

 

SITO WEBhttps://www.motorlegendfestival.com

FACEBOOKhttps://www.facebook.com/MotorLegendFestival/

TWITTERhttps://www.twitter.com/MotorLegendFest

INSTAGRAMhttps://www.instagram.com/MotorLegendFestival

 

 

UFFICIO STAMPA

Guido Schittone – Capo ufficio Stampa

Sandra Strazzari – Ufficio stampa e accrediti

Contatti: press@motorlegendfestival.com – cell. 3389607060

Photo Credits: Vincenzo Zaccaria ©

Condividi

PRESENTATO IL 1 GRAN PREMIO HISTORIC FORMULA ONE DI SAN MARINO

12 aprile 2018.

È stato presentato giovedì 12 aprile alla Torre Servizi del San Marino Stadium il 1° Gran Premio Historic Formula One di San Marino, prima prova del FIA Masters Historic Championship che si disputerà dal 20 al 22 aprile all’autodromo Enzo e Dino Ferrari nell’ambito della prima edizione di MotorLegendFestival.

 

Si tratta del ritorno ufficiale, dopo 12 anni di assenza, della F.1, sebbene storica, a Imola sotto le insegne della Repubblica del Titano.

 

La corsa si disputerà nelle giornate di sabato e domenica e vedrà la presenza di oltre trenta monoposto della massima categoria degli Anni’70 e ‘80 mosse dal propulsore Cosworth DFV e pilotate dai grandi protagonisti del campionato.

 

Il Segretario di Stato per l’Istruzione e Sport Marco Podeschi ha voluto sottolineare la stretta relazione che lega San Marino con l’autodromo e gli organizzatori della manifestazione: “Per noi che abbiamo i motori nel sangue è un’occasione importante per far ripartire una storia e rinsaldare la collaborazione che ci permetterà di continuare a essere un punto di riferimento nel mondo del motorsport. Già quest’anno abbiamo tentato di portare parte di queste vetture e i loro piloti sulle nostre strade per una sfilata ma sono mancati i tempi tecnici. L’appuntamento è solo rimandato alle prossime edizioni di MotorLegendFestival perché credo che questa manifestazione, così come già accaduto con RallyLegend, sia in grado di coinvolgere un gran numero di appassionati e quindi di turisti nella nostra Repubblica. Non dobbiamo dimenticarci che siamo all’interno della MotorValley, dove c’è l’eccellenza mondiale dei motori. Per questa ragione siamo convinti che il 1° Gran Premio Historic Formula One di San Marino e MotorLegendFestival possano aiutare ancora di più a trasmettere i valori e la cultura del motorsport”.

 

Grande soddisfazione è trapelata dalle parole del presidente della FAMS Paolo Valli: “Il Gran Premio di San Marino e MotorLegendFestival sono un vanto per la nostra Federazione che ricordiamo fa parte della FIA a dimostrazione della propria dimensione internazionale. Spero che l’evento replichi il successo di RallyLegend, diventato ormai da sedici anni un punto fermo nel mondo del rallismo. Come Federazione siamo entusiasti dell’iniziativa”.

Presenti alla conferenza anche il presidente di Formula Imola, Uberto Selvatico Estense e gli organizzatori del MotorLegendFestival Vito Piarulli, General Organiser, e Andrea Gallignani, Managing Director.

 

Selvatico Estense ha voluto rimarcare il grande sforzo che l’autodromo di Imola ha operato negli ultimi anni per rientrare nell’automobilismo internazionale che conta: ”Questo evento che oltre al Gran Premio ospiterà altre corse prestigiose del FIA Masters Historic Championship, consentirà al pubblico di respirare l’atmosfera e la cultura dei grandi appuntamenti. Imola metterà in campo tutta la propria macchina organizzativa di oltre 200 persone per assicurare a MotorLegendFestival la giusta struttura. Recentemente abbiamo ottenuto una nuova omologazione da parte della FIA in omaggio alle ultime normative in fatto di sicurezza. Quindi chi nel prossimo week end verrà a Imola, troverà un impianto moderno e all’altezza dei tempi e penso prenderà parte a una grande festa”.

 

Vito Piarulli, l’organizzatore di MotorLegendFestival ha confessato che questa manifestazione è figlia di un sogno: “Mi ha mosso la passione, perché sono convinto che a pari di RallyLegend anche il settore della velocità sia automobilistica sia motociclista possa coinvolgere e attirare un gran numero di appassionati. In questa prima edizione abbiamo cercato di scandire i tre giorni all’insegna del divertimento e della cultura del motorsport. Ci saranno gare con oltre trecento iscritti ma anche momenti in cui il pubblico potrà ascoltare dai diretti protagonisti le storie di un passato prossimo che sono ancora impresse nella memoria. Avremo vetture e piloti importanti. Lo sforzo organizzativo è stato titanico; siamo onorati di avere incontrato da subito l’appoggio sia della Repubblica di San Marino, che ospita RallyLegend fin dalla prima edizione, sia dell’autodromo di Imola con cui abbiamo trovato l’intesa senza problemi aderendo con entusiasmo al progetto”.

 

Andrea Gallignani, managing director di MotorLegend, ha ricordato come non sia stato difficile coinvolgere nella manifestazione nomi e marchi importanti: “Il fatto che il FIA Masters Historic Championship abbia aderito appena ascoltata la nostra proposta significa che la strada intrapresa è quella giusta. È il campionato più importante a livello internazionale per quanto riguarda la F.1, le vetture Sport e turismo dagli Anni’60 a quasi i nostri giorni. Il coinvolgimento di Ferrari Corse Clienti con XX Programmes e F.1 Clienti e della Martini&Rossi che ha scelto MotorLegendFestival per festeggiare il proprio cinquantesimo anniversario sono altri motivi di soddisfazione così come l’essere riusciti a richiamare l’attenzione dei proprietari di tante vetture e moto che hanno segnato un’epoca. Proprio oggi ci è giunta la conferma che ci sarà anche la Lotus 25 con la quale Jim Clark il 21 aprile 1963 vinse il Gran Premio di Imola, gara all’epoca non valida per il campionato di F.1”.

 

 

Per maggiori informazioni si rimanda al sito web della manifestazione

 

SITO WEB: https://www.motorlegendfestival.com

FACEBOOK: https://www.facebook.com/MotorLegendFestival/

TWITTER: https://www.twitter.com/MotorLegendFest

INSTAGRAM: https://www.instagram.com/MotorLegendFestival

 

 

UFFICIO STAMPA

 

Guido Schittone – Capo ufficio Stampa

Sandra Strazzari – Ufficio stampa e accrediti

 

Contatti: press@motorlegendfestival.com – cell. 3389607060

Crediti Immagini: Foto Ballante ©

Condividi

PARTNER E SPONSOR PRESTIGIOSI AL MOTOR LEGEND FESTIVAL 2018

PARTNER E SPONSOR PRESTIGIOSI AL MOTORLEGENDFESTIVAL 2018

11 aprile 2018. 

Prosegue incessante la complessa macchina organizzativa del MotorLegendFestival 2018, in programma all’autodromo Enzo e Dino Ferrari dal 20 al 22 aprile.

La manifestazione, la prima nel suo genere organizzata in Italia, sarà un dinamico contenitore di eventi che riempiranno un palinsesto ricchissimo di corse automobilistiche, esibizione a quattro e due ruote, dibattiti, incontri con i campioni del motorsport e mostre statiche.

Per riuscire al meglio nello strutturare una così complessa kermesse MotorLegend Festival è affiancato da sponsor e partner prestigiosi come i protagonisti che interverranno a Imola. 

 

 

SPONSOR DELLA MANIFESTAZIONE:

BANCACIS. Credito Industriale Sanmarinese

COYOTE. l’azienda di sistemi integrati per automotive che attraverso numerosi prodotti consente di viaggiare sicuri in ogni condizione e ovunque

PIRELLI. La Casa italiana non ha bisogno di presentazioni: è il fornitore unico degli pneumatici del campionato del mondo di Formula 1, del campionato di Formula 2, di GP3, del Blancpain e di tante altre importanti serie internazionali. Al MotorLegend Festival la struttura della Pirelli assisterà Ferrari Corse Clienti   nell’ambito dei Ferrari XX Programmi e di Ferrari F1 Clienti

SHELL HELIX ULTRA. Un marchio glorioso nel mondo delle corse, all’avanguardia nella produzione di carburanti e lubrificanti

MARTINI. E’ un simbolo più che un marchio del motorsport. Il logo Martini Racing festeggerà a MotorLegendFestival i propri 50 anni. Sarà infatti presente a Imola con la sua area hospitality e con una serie di vetture di Formula 1, Rally e Sport che hanno caratterizzato il proprio cammino nelle competizioni internazionali più importanti

 

I PARTNER

MCLAREN MILANO. Distributore esclusivo di McLaren Automotive per il mercato Italiano, ed uno dei vanti del Gruppo Fassina, in occasione del MotorLegendFestival, presenta i due capisaldi della gamma Sport Series e Super Series. La 570 nelle versioni S-Spider e Coupé e Gt, e la 720S.

AEROPORTO DI BOLOGNA.  Il prestigioso hub del capoluogo emiliano affianca il MotorLegend festival. Simbolo dell’eccellenza aeroportuale, l’aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna è il quarto italiano-considerando come unico il sistema aeroportuale milanese- per numeri complessivi. Nel 2017 il traffico del Marconi ha coinvolto oltre otto milioni di passeggeri, 8.198.196, e 41861 voli cargo.

FREEM. Abbigliamento motorsport.

 

I MEDIA PARTNER

AUTOSPRINT. Il settimanale da corsa per eccellenza, che illustrerà tutto ciò che avviene al MotorLegend Festival con cronache, servizi prima, durante e dopo l’evento oltre agli approfondimenti che riguarderanno i grandi personaggi dei vari eventi e i mezzi più prestigiosi;

QN IL RESTO DEL CARLINO.

GRACE

FP FORMULA PASSION.IT Il sito specializzato in motorsport racconterà in diretta tutti gli eventi del MotorLegend Festival;

RDS 100% Grandi Successi. Radio partner dell’evento per coinvolgere i propri ascoltatori a viverlo, presentandolo con informazioni utili.

 

Per maggiori informazioni consultare il sito web della manifestazione, costantemente aggiornato.

SITO WEBhttps://www.motorlegendfestival.com
FACEBOOKhttps://www.facebook.com/MotorLegendFestival/
TWITTERhttps://www.twitter.com/MotorLegendFest
INSTAGRAMhttps://www.instagram.com/MotorLegendFestival

 

UFFICIO STAMPA

Guido Schittone – Capo ufficio Stampa

Sandra Strazzari – Ufficio stampa e accrediti

Contatti: press@motorlegendfestival.com – cell. 3389607060

Condividi

PRESENTATO MOTORLEGENDFESTIVAL AL PIRELLI HANGARBICOCCA

PRESENTATO MOTORLEGENDFESTIVAL AL PIRELLI HANGARBICOCCA

 

20 marzo 2018

Si è svolta oggi nella prestigiosa cornice del Pirelli HangarBicocca a Milano la conferenza stampa di presentazione del MotorLegendFestival 2018, in programma all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola dal 20 al 22 aprile.

 

Erano presenti i testimonial dell’evento Giacomo Agostini, Riccardo Patrese e Arturo Merzario, l’organizzatore Vito Piarulli e il managing director Andrea Gallignani.

Nel corso dell’incontro con la stampa sono state evidenziate le caratteristiche di una manifestazione unica nel panorama motoristico italiano.

 

VITO PIARULLI: “Cullavo da tempo il sogno di creare in Italia un evento in grado di riuscire ad avvicinare e coinvolgere i tanti appassionati e tifosi che non hanno avuto la fortuna di conoscere il mondo del motorsport che dagli Anni’70 ci ha portato ai giorni nostri. A lungo abbiamo seguito le manifestazioni più importanti al mondo per prendere spunto. Ci siamo domandati i motivi per i quali in Gran Bretagna o in Germania tutto ciò che è motorsport riesce a raccogliere per singoli eventi decine di migliaia di persone. Così abbiamo deciso di creare MotorLegendFestival: un contenitore variegato capace di offrire corse, incontri, dibattiti, sfilate dinamiche, mostre statiche con i grandi protagonisti e i mezzi meccanici più importanti di quell’epoca d’oro del motorsport. Il tutto però con la specificità italiana, la nazione che al motorismo ha forse donato di più nel corso della storia. La scelta dell’autodromo di Imola è stata naturale: siamo al centro della Motorvalley, uno dei simboli dell’eccellenza italiana nel mondo. Il supporto ricevuto da Ferrari Corse Clienti, che porterà in pista le monoposto delle F.1 Clienti e le splendide vetture degli XX Programmes, ha permesso di arricchire ulteriormente un programma già molto variegato in cui chiunque potrà vivere un weekend scandito da sogni ad occhi aperti. Non ci siamo dimenticati nemmeno delle due ruote: la presenza di Giacomo Agostini e dei tanti assi che scenderanno in pista è un altro elemento di grande appeal per gli appassionati”.

 

ANDREA GALLIGNANI: “Riuscire a coinvolgere piloti, vetture e marchi importanti non è stato semplice ma ho trovato una totale aderenza al progetto. Grazie ai FIA Masters Historic gli spettatori potranno vivere le emozioni di un autentico Gran Premio di San Marino con le monoposto di Formula 1 costruite dal 1966 al 1985  dotate del motore Cosworth. I FIA Masters Historic disputeranno nel corso di MotorLegendFestival le prime corse di campionato anche tra le vetture turismo, GT di varie decadi e porteranno come grande novità della stagione agonistica anche i prototipi e le GT realizzate dal 1995 al 2012. Novità sarà anche il Tecno Day, dedicato al primo costruttore italiano di automobili da corsa che, tra gli Anni’60 e ’70, mise in crisi il predominio dei telaisti britannici in Formula 3 e Formula 2.  Martin Racing sarà con noi a Imola esponendo, in occasione del 50° anniversario dell’impegno del marchio nel mondo del motorsport, alcune tra le vetture di Formula 1 e Prototipi che portarono in gara quella prestigiosa livrea. Infine vorrei pubblicamente ringraziare Jacky Ickx, Mauro Forghieri e Paolo Barilla che saranno protagonisti domenica 22 aprile di uno speciale omaggio alla Ferrari 312 B recentemente restaurata con la quale il campione belga sfiorò il titolo mondiale e che guiderà per la prima volta proprio a Imola a distanza di 47 anni dalla sua ultima presa di contatto con la monoposto”.

 

GIACOMO AGOSTINI: “Complimenti agli organizzatori di MotorLegendFestival. Spesso ci chiediamo come mai all’estero ci siano 130.000 persone in eventi come quello di Goodwood, dove non ci sono gare autentiche. Grazie al MotorLegendFestival, al suo ricco programma, mi auguro che finalmente anche in Italia si comprenda l’importanza di cosa siano state le moto e le auto della nostra epoca. Sono poi legatissimo a Imola. Il vecchio circuito per me era una sorta di piccolo Tourist Trophy. Quando gareggiavo con la MV Agusta mi venivano i brividi nel vedere e nel sentirmi circondato da tanto pubblico così caloroso. Credo che queste emozioni potranno essere rivissute proprio nei giorni del MotorLegendFestival”.

 

RICCARDO PATRESE: “Imola è un po’ l’emblema della mia carriera. Mi fischiarono nel 1983 quando stavo vincendo il Gran Premio di San Marino, mi applaudirono quando trionfai nel 1990. Sono anche l’ultimo pilota italiano ad avere vinto quel Gran Premio ed è quindi stato spontaneo per me accettare l’invito di Vito Piarulli e Andrea Gallignani. Al Motor Legend Festival guiderò alcune monoposto e vetture prototipi, molte delle quali ho portato in pista nelle corse del mondiale. Credo che la gente, soprattutto i più giovani, si divertirà nell’osservare le vetture degli Anni’70, una diversa dall’altra, rumorose, con le gomme grandi. Questo tipo di manifestazione mancava in Italia ed è un bene che gli organizzatori abbiano avuto l’idea di caratterizzarla con una declinazione internazionale non dimenticando però quelle che sono le specificità di casa nostra”.

 

ARTURO MERZARIO: “A Imola ho vinto tante corse in ogni categoria. Ma quello che mi preme è parlare di MotorLegendFestival. Bisogna comunicare, far conoscere alle persone il senso di un festival che secondo me avrà la capacità di avvicinare la gente a un mondo che in molti hanno sognato, conosciuto superficialmente ma mai vissuto.  L’idea è quella di creare una grande festa che non escluda nessuno, in cui piloti e tifosi possano essere l’uno vicino all’altro. Trasmettere la cultura del motorsport, cosa che in Italia spesso è mancata. La strada intrapresa dagli organizzatori è giusta: noi, protagonisti dell’evento, faremo tutto il possibile per renderla un successo”.

 

SITO WEB: https://www.motorlegendfestival.com
FACEBOOK: https://www.facebook.com/MotorLegendFestival/
TWITTER: https://www.twitter.com/MotorLegendFest
INSTAGRAM: https://www.instagram.com/MotorLegendFestival

 

UFFICIO STAMPA

Guido Schittone – Capo ufficio Stampa

Sandra Strazzari – Ufficio stampa e accrediti

Contatti: press@motorlegendfestival.com – cell. 3389607060

Condividi